Ti preoccupano le recenti CVE di PAN-OS e altri firewall/VPN? Approfitta subito dell'offerta speciale di Zscaler

Blog Zscaler

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal blog di Zscaler nella tua casella di posta

Iscriviti
Notizie e annunci

One True Zero Live arriva in Europa con la prima tappa di Milano: grande successo di presenze per un evento all’insegna dell’incontro e del confronto per conoscere il vero modello Zero Trust con i professionisti di Zscaler e i loro clienti.

image
MARCO CATINO
dicembre 19, 2022 - 4 Minuti di lettura

Grande successo di presenze per la prima tappa europea del roadshow internazionale One True Zero Live che si è svolta a Milano, con l’obiettivo di educare e sensibilizzare i professionisti IT e della sicurezza alla conoscenza del modello Zero Trust. Una coinvolgente occasione di incontro ma anche di confronto per conoscere le storie di successo dei clienti, ottenere approfondimenti tecnici, ascoltare interventi e approfittare di straordinarie opportunità di networking con l’obiettivo di mostrare in che modo un vero approccio Zero Trust è in grado di trasformare la sicurezza e la connettività.

La nostra visione di Zero Trust è quella di creare un mondo in cui lo scambio di informazioni avvenga sempre senza interruzioni e in piena sicurezza. Parlando con i nostri 7.000 clienti di tutti i settori, ci siamo resi conto che la globalizzazione, il lavoro ibrido e il cloud stanno portando a un'iperdistribuzione delle risorse, in cui persone, applicazioni, dati e dispositivi possono essere praticamente ovunque.  Diventa quindi indispensabile in questo contesto capire che i modelli tradizionali di sicurezza della rete, come firewall e VPN, che facevano affidamento alla protezione del data center all’interno del perimetro aziendale non sono più sufficienti. Oggi le aziende, nel loro percorso di trasformazione digitale, stanno adottando diverse tecnologie - cloud, mobilità, AI, IOT e OT - per rendere l'azienda più agile e competitiva. Affinché l'azienda abbia successo, l'IT deve guidare questa trasformazione completandola con la trasformazione della rete e della sicurezza per il mondo iperconnesso, con il modello Zero Trust.

Nell’architettura Zero Trust, di cui Zscaler è stato il pioniere, il concetto alla base è che tutto deve essere verificato, nulla deve essere ritenuto implicitamente attendibile; l’architettura Zero Trust verifica l’identità dell‘utente e il contesto, controlla e valuta il rischio associato alla richiesta di connessione e ispeziona il traffico alla ricerca di minacce informatiche e dati sensibili e in seguito applica policy di accesso prima di connettersi all'applicazione interna o esterna. In questo modo, si possono bloccare gli accessi inappropriati e il movimento laterale all'interno di un ambiente.

Dopo un’excursus iniziale per conoscere il vero significato di Zero Trust, l’evento è stata occasione per conoscere le caratteristiche della piattaforma cloud native Zero Trust Exchange di Zscaler che assicura protezione agli utenti, ai workload e agli ambienti OT/IoT:

  • Zscaler per gli utenti: protegge il lavoro da qualsiasi luogo offrendo un accesso rapido, sicuro e affidabile a Internet, SaaS e app private.
  • Zscaler per i workload: protegge le applicazioni cloud dallo sviluppo all'esecuzione con lo zero trust
  • Zscaler per gli ambienti OT/IoT: supporta gli stabilimenti produttivi affinché possano essere più intelligenti, sicuri ed efficienti

In chiusura una dinamica tavola rotonda in cui ad essere protagonisti sono stati i clienti invitati a dare una testimonianza diretta della loro esperienza con l’approccio Zero Trust di Zscaler. Amplifon, Campari, Haier, Marelli e Marie Tecnimont hanno così raccontato le loro esperienze dal momento in cui le soluzioni Zscaler sono entrate in azienda ai casi d’uso attuali. Il denominatore comune che è stato piacevole conoscere è che grazie a Zscaler i nostri clienti “possono dormire sonni tranquilli” perché la soluzione è riconosciuta come completa e in grado di verificare sia come le persone si collegano sia come i dati vengono utilizzati.  Il beneficio maggiormente sottolineato è stato la facilità di utilizzo e l’essere ready to use, anche in caso di acquisizioni l’implementazione delle nuove policy nelle società acquisite avviene in modo rapido, il lavoro tecnico è ridotto al minimo, quello che prima accadeva in settimane oggi è configurato in un paio di giorni: la forza lavoro è rapidamente in grado di accedere alle applicazioni ed essere quindi operativa subito. Infine, in merito alle difficoltà incontrate nell’adozione di un nuovo approccio alla sicurezza con Zscaler è stato evidenziato come spesso il peggior nemico sia l’opposizione nell’accettare la cultura del cambiamento non solo tra il top management, ma anche all’interno del dipartimento IT.

Zscaler, da 11 anni leader nel quadrante Gartner, attraverso la piattaforma Zero Trust Exchange permette di rafforzare il profilo di sicurezza delle aziende semplificando l’accesso alle applicazioni, garantisce un’esperienza digitale ottimizzata alla forza lavoro ibrida, e consente di ridurre i costi e la complessità.

form submtited
Grazie per aver letto

Questo post è stato utile?

dots pattern

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal blog di Zscaler nella tua casella di posta

Inviando il modulo, si accetta la nostra Informativa sulla privacy.