Risorse > Glossario dei termini sulla sicurezza > Cos'è il monitoraggio dell'esperienza digitale

Cos'è il monitoraggio dell'esperienza digitale?

Cos'è il monitoraggio dell'esperienza digitale?

La tecnologia di monitoraggio dell'esperienza digitale (DEM, Digital Experience Monitoring) misura le prestazioni monitorando lo stato di tutti i sistemi tra un utente finale e un'applicazione. Un'esperienza utente rapida è fondamentale per il successo della trasformazione digitale e per il lavoro da qualsiasi luogo, e spetta ai responsabili dell'infrastruttura IT e delle operazioni ottimizzarla al meglio. La rapidità dell'esperienza utente non è importante solo per la produttività, ma anche perché consente di evitare che gli utenti bypassino i controlli di sicurezza, introducendo così dei rischi.

L'ottimizzazione dell'esperienza utente richiede la capacità di identificare rapidamente i problemi prestazionali, ovunque essi siano. Questo non è un compito semplice, ed è ciò che porta le aziende a distribuire un numero sempre maggiore di strumenti per monitorare i dispositivi degli utenti finali, i percorsi di rete o le app SaaS.

Qual è la differenza tra monitoraggio dell'esperienza digitale e monitoraggio della rete?

Gli strumenti di monitoraggio della rete sono nati insieme alle reti stesse, ed erano efficienti finché si possedeva e si controllava tutto, dagli endpoint, alla rete, alle applicazioni installate sull'hardware nel data center. All'epoca, gli strumenti che si appoggiavano a SNMP, NetFlow, PCAP basate su rete o contrassegni DSCP erano sufficienti per ottenere prestazioni prevedibili della rete e risolvere eventuali problemi. Questi strumenti di monitoraggio incentrati sul dominio non offrono visibilità su tutti i problemi che possono influire negativamente sull'esperienza dell'utente finale, soprattutto quando gli utenti escono dalla rete e le applicazioni e i servizi si spostano sul cloud.  

Di conseguenza, il rilevamento della maggior parte dei problemi è il risultato dei report delle richieste di assistenza degli utenti. Tuttavia, questi problemi dovrebbero essere rilevati e risolti prima ancora che riescano a ostacolare l'esperienza utente.

Le tecnologie esistenti di monitoraggio della rete sono incentrate sui dispositivi e non sono in grado di garantire la scalabilità o la visibilità necessarie per le applicazioni cloud nell'era del business digitale.

Gartner, Rethink Network Monitoring for the Cloud Era, dicembre 2018

Grazie al monitoraggio dell'esperienza digitale si ottiene visibilità sui problemi che influiscono sull'esperienza dell'utente finale

Il monitoraggio dell'esperienza digitale fornisce informazioni approfondite sull'esperienza degli utenti finali e consente di monitorare in modo proattivo le prestazioni e di individuare i problemi, siano essi relativi alla rete locale, al dispositivo dell'utente finale, all'ISP, al data center o alle applicazioni SaaS come Microsoft 365, Salesforce e Box. Alcune delle sue funzionalità includono:

  • Monitoraggio attivo e passivo, con parametri di riferimento e misurazione delle esperienze digitali di ogni utente finale all'interno dell'organizzazione;
  • Monitoraggio di applicazioni SaaS, cloud e private che utilizzano i protocolli HTTP, ICMP o UDP, e in esecuzione sui dispositivi degli utenti finali;
  • Raccolta in tempo reale di informazioni sullo stato del dispositivo (percentuale della CPU, utilizzo della memoria, I/O di rete, I/O del disco, potenza del segnale Wi-Fi, ecc.) per i dispositivi degli utenti finali;
  • Visualizzazione del percorso di rete hop-by-hop, dall'endpoint all'applicazione;
  • Risoluzione dei problemi in remoto, per isolare e risolvere le difficoltà degli utenti finali.

I responsabili delle infrastrutture e delle operazioni (I&O) devono utilizzare il monitoraggio dell'esperienza digitale per ottimizzare le transazioni commerciali e l'esperienza dei clienti, indipendentemente da dove risiedano i carichi di lavoro.

Gartner, Market Guide to Digital Experience Monitoring, settembre 2019

Il monitoraggio dell'esperienza digitale con Zscaler

Zscaler Digital Experience (ZDX) è un servizio di monitoraggio dell'esperienza digitale fornito sul cloud, che fa parte della piattaforma Zero Trust Exchange di Zscaler. ZDX misura l'esperienza di ogni utente finale all'interno dell'azienda, indipendentemente dal dispositivo utilizzato e senza la necessità di distribuire più prodotti singoli. In questo modo, offre una visione unitaria che consente di identificare i problemi delle prestazioni, siano essi causati dal dispositivo dell'utente finale, dal percorso di rete o dalle applicazioni a cui accedono gli utenti. 

Il servizio Zscaler Digital Experience:

  • Utilizza parametri di riferimento e monitora l'esperienza di tutti gli utenti finali indipendentemente dal dispositivo che utilizzano
  • Offre visibilità completa sull'esperienza in tutta l'azienda, per tutte le sedi e per ogni reparto
  • Utilizza un agente collaudato (Zscaler Client Connector, in precedenza Zscaler App) come singola app per tutte le funzionalità di Zscaler
  • Offre una visualizzazione completa del percorso e il monitoraggio delle applicazioni SaaS e personalizzate
  • Sfrutta il cloud globale di Zscaler per il monitoraggio, protegge gli IP dal denylisting e misura le prestazioni rispetto agli altri utenti, per comprendere se altri nella regione riscontrano problemi simili

 

Visibilità da un unico pannello

I provider SaaS offrono autonomamente la reportistica sui tempi di attività e sulla disponibilità dei loro servizi. Queste informazioni vengono fornite per sollevarsi dalla responsabilità quando la qualità del servizio peggiora. Di conseguenza, le aziende si trovano con una varietà di fonti di monitoraggio, che rallentano le procedure di segnalazione. 

ZDX offre una visione unitaria, che consente di identificare i problemi delle prestazioni e di individuarne rapidamente l'origine grazie a informazioni approfondite sull'esperienza digitale dei dipendenti. In questo modo, puoi rispondere a qualsiasi domanda, come ad esempio:

  • Com'è l'esperienza utente dei dipendenti dopo essere passati all'uso di SharePoint online?
  • La rete underlay per l'SD-WAN sta generando rallentamenti?
  • Il problema è la WAN, Internet o Microsoft?
  • Perché gli utenti di Singapore riscontrano della prestazioni lente con Microsoft 365?
  • Il nuovo operatore di Dallas è connesso efficacemente alle principali app SaaS?
  • I provider SaaS stanno rispettando i relativi accordi sulla qualità del servizio?
  • I problemi del Wi-Fi hanno un impatto sugli utenti finali?

Per ottimizzare il monitoraggio, ZDX sfrutta Zero Trust Exchange di Zscaler, la più grande piattaforma di sicurezza inline al mondo creata per il cloud. Utilizza inoltre un agente collaudato, Zscaler Client Connector, che è attualmente in esecuzioni su milioni di dispositivi. ZDX è configurabile in poche ore, senza la necessità di distribuire hardware, software o enormi cluster di archiviazione aggiuntivi per archiviare grandi quantità di avvisi privi di significato.

Zscaler Digital Experience (ZDX)

Scopri di più
Zscaler Digital Experience (ZDX)

Presentazione del servizio Zscaler Digital Experience

Presentazione del servizio Zscaler Digital Experience

Monitoraggio dell'esperienza digitale nell'era del cloud e della mobilità

Leggi il blog
Monitoraggio dell'esperienza digitale nell'era del cloud e della mobilità

Guida di mercato di Gartner per il monitoraggio dell'esperienza digitale

Ottieni la guida
Guida di mercato di Gartner per il monitoraggio dell'esperienza digitale