Zscaler Cloud Platform

Ti presentiamo Zscaler e ServiceNow: più protezione, più efficienza

Zscaler e ServiceNow: più protezione, più efficienza

In quanto piattaforma cloud, ServiceNow offre flussi di lavoro digitali che creano esperienze straordinarie e consentono una produttività elevata. Oltre a questo, utilizza e distribuisce quantità enormi di dati sensibili ai quali oggigiorno possono accedere operatori che lavorano al di fuori della rete aziendale e lontano dai controlli di sicurezza tradizionali implementati nei data center. Estendendo l'approccio zero trust alle applicazioni cloud, come quelle fornite da Now Platform®, le organizzazioni possono rimanere al sicuro da perdita di dati e violazioni di conformità, garantendo risposte rapide alle emergenti minacce sulla sicurezza.

Alla luce di quanto detto siamo lieti di annunciare le nostre nuove integrazioni con ServiceNow che permettono non solo di migliorare la sicurezza della piattaforma contro la perdita di dati e le minacce emergenti, ma anche di migliorare la visibilità e il controllo dei dati e i flussi di lavoro delle operazioni di sicurezza all'interno di tutte le aree di Now Platform. 

Con le integrazioni per la protezione dati di Zscaler, i clienti ServiceNow possono essere certi che i propri dati più sensibili rimangano al sicuro dall'esfiltrazione e dalle violazioni di conformità

Diamo uno sguardo più da vicino a queste integrazioni e ad alcuni dei problemi che i clienti ServiceNow possono risolvere grazie alle stesse.
 

Risoluzione al problema delle minacce ai dati nella Now Platform:

Visibilità dei dati sensibili e ripristino della conformità

Come in qualsiasi applicazione cloud, la visibilità dei dati sensibili è cruciale quando si crea una strategia completa per la protezione dei dati, in particolare se si considera la necessità di scoprire, porre rimedio e infine evitare le violazioni alla conformità. Facendo leva su Zscaler CASB e DLP, i clienti ServiceNow possono migliorare la protezione dati nelle proprie istanze ServiceNow. Zscaler analizza l'intera istanza di distribuzione dei clienti NOW alla ricerca di esposizioni rischiose e problemi di conformità. In questo modo, gli addetti alla sicurezza possono capire rapidamente dove risiedono i dati sensibili, come vengono usati e chi vi ha accesso.

ServiceNow-1

Figura 1: Ripristino della protezione dati e della conformità


Possibilità di lavorare da qualsiasi luogo e controllare i dispositivi non gestiti

Con così tanti dispositivi non gestiti e BYOD che accedono alla Now Platform, le aziende di oggi hanno bisogno di maggiore controllo sull‘accesso ai dati. Tramite Zscaler Zero Trust Exchange, le organizzazioni possono annullare i rischi associati ai dispositivi BYOD e non gestiti che accedono ai dati di ServiceNow. 

Zscaler Identity Proxy permette ai clienti ServiceNow di autenticare facilmente i dispositivi non gestiti che si trovano all'esterno della rete aziendale, limitando automaticamente l'accesso alla piattaforma da parte di dispositivi considerati a rischio.  Tramite il reindirizzamento a Zscaler, i dispositivi BYOD e non gestiti rischiosi non potranno accedere direttamente a ServiceNow. I dispositivi potranno connettersi a ServiceNow esclusivamente tramite Zscaler per implementare le policy di sicurezza e i controlli di accesso.

ServiceNow-2

Figura 2: Lavoro da qualsiasi luogo in sicurezza

Impedendo ai dispositivi non gestiti e BYOD rischiosi di accedere ai dati sensibili e alle istanze, i clienti ServiceNow possono garantire un'esperienza di lavoro da ogni luogo più sicura tramite dispositivi esclusivamente gestiti. Assieme a Zscaler Cloud Browser Isolation, incaricato di dirigere i dati verso dispositivi non gestiti tramite pixel, è possibile accedere ai dati impedendone il download, il copia/incolla e la stampa. 

Risposta alle minacce dei dati con flussi di lavoro a circuito chiuso

Quando gli incidenti di sicurezza registrati mancano di contesto, diventa particolarmente difficile analizzarli e rimediare alle minacce in tempo reale. Insieme, ServiceNow Security Incident Response e Zscaler Threat Intelligence organizzano delle azioni di risposta automatiche. Sfruttando l'intelligence di Zscaler sulle minacce e la Cloud Sandbox, ServiceNow Security Operations (SecOps), è possibile accelerare i flussi di lavoro riguardanti gli incidenti di sicurezza. I domini IP e gli URL rischiosi possono essere bloccati senza interventi manuali, mentre le configurazioni cloud errate possono essere aggiustate per ridurre il rischio di violazione. Il tempo di risposta si riduce e i reparti IT vedono la produttività aumentare. Inoltre, la configurazione errata del cloud  può essere riportata all'IT Service Management (ITSM) per ulteriori indagini e misure correttive. 

ServiceNow-3

Figura 3: Miglioramento dei flussi di lavoro per la sicurezza

ServiceNow-4

Figura 4: Rimedio rapido alle configurazioni errate del cloud

 

Scopri di più

Scopri di più sulle ultime integrazioni di Zscaler con ServiceNow tramite le seguenti risorse:

 

A proposito della protezione dati di Zscaler

La protezione dati Zscaler segue gli utenti e le applicazioni a cui accedono, offrendo sempre la massima protezione contro la perdita dei dati. Zscaler ispeziona il traffico in linea, criptato o meno, e assicura che le applicazioni SaaS e su cloud pubblico siano sicure, offrendo la protezione e la visibilità di cui si necessita. La piattaforma di Cloud Security Zscaler è stata sviluppata considerando la conformità, offrendo uno strumento essenziale per soddisfare tutte le principali normative e rendendo la protezione dati più semplice.

 

Resta aggiornato su novità e suggerimenti nel mondo della trasformazione digitale.

Inviando il modulo, accetti la nostra informativa sulla privacy.